Messaggi Subliminali negli alcolici

Dagli anni 50, da quando cioè James Vicary inserì il primo messaggio subliminale, nel film pic-nic, l’utilizzo degli stimoli subliminali hanno avuto un forte incremento.

Come già avrai avuto modo di capire, leggendo la sezione cenni teorici, negli anni 70 Brian Wilson Key, un professore dell’Ontario University ha dedicato moltissime delle sue energie allo studio dei messaggi subliminali prima di allora quasi del tutto sconosciuti.

Gli anni 90 segnano una nuova evoluzione. Molte pubblicità visuali, racchiudono un mix di immagini subliminali che rendono decisamente più aggressivo il tentativo di manipolazione.

Queste tecniche vengono perlopiù utilizzate nella pubblicizzazione di alcol e tabacco.

Nell’articolo “Sesso e Morte. I pubblicitari sfruttano i nostri istinti e bisogni” ho spiegato come gli istinti sessuali siano un richiamo inconscio potentissimo.

Ciò che ancora non mi spiego è come un’immagine di una morte possa fungere da richiamo.
Avanzo alcune ipotesi:

  • La morte, rappresenta la distruzione. L’alcol diventa quindi il mezzo con cui autodistruggersi. Questo invito verrebbe rivolto a chi, infelice desidera farla finita.
  • I giovani, particolarmente esposti alle pubblicità di alcol e tabacco (pensa alle dinamiche di accettazione nel gruppo) sono anche in una fase ormonale particolare. Immagini sessuali potrebbero avere decisamente più influenza.
    Per quanto concerne le immagini di morte, è possibile che siano percepite come una sfida al pericolo che i giovani amano intraprendere, per soddisfare i loro bisogni di importanza?
  • Un’altra ipotesi che puoi leggere per intero qui è che la morte, i mostri e figure di questo tipo, mantengano i fumatori e gli alcolizzati in uno stato di ansietà, al fine di incitare un maggior consumo.
  • Alle precedenti ipotesi si aggiungono gli studi prodotti dalla ricerca motivazionale degli anni 50, per cui sembrerebbe che tali immagini sarebbero messi in modo da provocare incubi qualora il consumatore cercasse di smettere di bere o fumare. Puoi leggere l’intero articolo qui

Ecco alcune immagini di messaggi subliminali nelle pubblicità degli alcolici

immagine subliminale alcolici immagine subliminale alcolici immagine subliminale alcolici
immagine subliminale alcolici immagine subliminale alcolici immagine subliminale alcolici
immagine subliminale alcolici immagine subliminale alcolici immagine subliminale alcolici
immagine subliminale alcolici   immagine subliminale alcolici

Vuoi saperne di più? Leggi questi siti (in inglese)
http://www.snn-rdr.ca/old/apr97/april/romtinhm.htm
http://www.subliminalworld.org/imagine2.htm
http://www.searchlores.org/realicra/sublimi.htm

Posted in messaggi subliminali visivi
2 comments on “Messaggi Subliminali negli alcolici
  1. Stefano ha detto:

    Penso anzi credo, che “vedere” ovunque e comunque immagini relative al sesso o morte oppure a qualcosa di affine, reputandole altresì qualcosa di negativo, sia da malati ai quali consiglio una seria ed urgente terapia psicologica.
    Valutando ciò che “indicate” nelle foto riportate nell’articolo penso che si tratti proprio di pareidolia ai massimi livelli… Laddove invece ci fosse qualche “disegno strano” riconoscibile realmente lo si potrebbe attribuire sicuramente al semplice scherzo dei disegnatori/compositori dell’immagine (talvolta anche loro sono un pò “estroversi”) Tant’è vero che anche i programmatori software di videogames si divertono ad inserire nei videogiochi alcuni tricks ed immagini di tutti i tipi… Tutto il resto come ho già detto è pareidolia, è come vedere le figure degli animali nelle nuvole… Ma nelle nuvole, pure lì, qualcuno invece ci vedrà qualcosa che ricorda il sesso o la morte o qualcos’altro di congeniale al loro stato emotivo e psichico, purtroppo…

    • admin ha detto:

      Carissimo Stefano,
      dal tuo commento si capisce perfettamente che non hai alcuna cognizione in materia di psicologia e parli esclusivamente per puro sentimento personale.

      Commenti come il tuo sono sterili e non apportano alcun vantaggio di crescita.
      Ammettendo quindi che tu abbia realmente ragione, il fatto di dire agli altri di curarsi non comporta un reale aiuto. Comunque qui non siamo malati come dici tu, perchè come avresti potuto capire se ti fossi sforzato di leggere i commenti degli altri, il fatto di trovare un pene nell’immagine di sinistra è una percezione comune.

      Tu puoi continuare a pensare che sia un caso, qualcuno invece può pensare che non lo sia come viene riportato anche nel recente libro di neuromarketing di lindstrom. messaggi subliminali neuromarketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*