Funzionamento e Tecniche dei messaggi subliminali visivi

In questo capitolo sono state menzionate le tecniche di produzione di messaggi subliminali visivi. Abbiamo secondo W. Key cinque tecniche differenti per produrre substimuli visivi.

Queste tecniche possono essere tradotte come: inversione dello sfondo, incastonamento, doppio significato, tachistoscopio, luce a bassa intensità e suono di basso volume, luci e suoni di sottofondo. La dott.sa Lucia Sutil aggiunge altre tecniche tra le quali il mascheramento e l’ancoraggio.

Per comprendere bene l’efficacia dei messaggi subliminali è bene però partire spiegando l’effetto Poetzl, fenomeno direttamente correlato che può chiarire dubbi anche dal punto di vista empirico.


Nome originale delle tecniche: Figure‑ground reversals (syncretistic illusions), embedding, double entendre, tachistoscopic displays, low‑intensity light and low‑volume sound, lighting and background sound. Wilson Bryan Key, The age of manipulation, Lanham Maryland, Madison books, 1989