L’influenza dei messaggi subliminali sull’ acquisto

Un altro esperimento è stato preso dalla tesi dottorale di Lucia Sutil.

La tesi dopo una prima parte nella quale introduce le basi del fenomeno, descrive tre esperimenti effettuati su 165 soggetti dei quali 70 erano maschi e novantacinque femmine, tutti iscritti al primo corso di psicologia all’Università Complutense di Madrid.

Questo esperimento pretende avallare l’ipotesi fondata sui messaggi subliminali come possibili fattori di seduzione causanti, intenzione all’acquisto, e attrazione sessuale. Riporterò di seguito la massima sintesi di tutto l’esperimento poiché solo parlare discretamente del progetto richiederebbe una tesi a se stante.

L’esperimento ha utilizzato come strumentazione delle semplici immagini “truccate” dove lo stimolo subliminale era posto in ogniuna di esse in posizioni diverse e si presentava sia sotto forma verbale sia sotto forma pittorica.

Queste immagini rappresentavano annunci pubblicitari, nel primo caso di una birra: la OBLAID, nel secondo caso un acqua di colonia: ENEP.

Esperimento1
La prova è stata svolta in due parti, nella prima prova vennero mostrate queste immagini ai soggetti,  che dovevano esprimere il fattore di gradimento, nella seconda prova realizzata la settimana seguente, ai soggetti fu detto che le immagini contenevano substimuli di natura sessuale, e di cercare di individuare dove essi erano posti.

Il risultato fu che nella prima fase nessuno dei soggetti riscontrò differenze tra le immagini, mentre la settimana successiva tutti i soggetti furono capaci di riconoscere l’inganno.

Esperimento2
Scopo di questo esperimento era verificare se il messaggio subliminale era misurabile tramite Risposte Psico Galvaniche.

Il materiale utilizzato furono: le 22 immagini pubblicitarie utilizzate anche per l’esperimento 1, uno psicogalvanometro, due elettrodi di argento.

I risultati furono positivi: “los resultados confirman que se percibe un mensaje subliminal, que al menos tiene un efecto mensurable en la cortezza cerebral, aunque no tenga rappresentaciòn fenomènica”.

Esperimento3
Scopo di questo studio era capire se produce nel cosiddetto soggetto meno sensibile: variazioni dei processi cognitivi, processi affettivi, attrazione sessuale, e la posizione favorevole all’immissione dello stimolo. Concludendo possiamo dire che sia i messaggi subliminali  verbali che quelli pittorici sono recepiti dall’uomo e sono strumenti utili alla pubblicità.

Tra questi gli stimoli verbali risultano meno seducenti rispetto agli stimoli grafico-pittorici, inoltre la posizione maggiormente favorevole per questi ultimi risulterebbe in basso a destra.


Dolores Lucia Sutil Martin, Mensajes subliminales en la publicidad, Madrid, Editorial de la Universidad Complutense de Madrid, 1992